media
22 luglio 2022

Puntura di medusa: come comportarsi

La puntura di medusa genera una reazione cutanea di matrice infiammatoria, che è conseguente alla penetrazione del principio urticante presente nei suoi tentacoli nella cute.

I sintomi

La puntura di medusa porta spesso a dolore e, in determinati casi, ad altri disturbi come le reazioni cutanee diffuse, ma anche mal di testa, pallore, sudorazione, vertigini, nausea, vomito, disorientamento e difficoltà a respirare. In tali evenienze, si deve contattare repentinamente il 118, in quanto sono sintomi che si presentano nei soggetti sensibili o allergici, che rischiano di andare incontro a shock anafilattico.

Come comportarsi

È molto importante, subito dopo aver avvertito il dolore da puntura di medusa, non agitarsi: ricordiamoci che, in gran parte dei casi, il contatto con meduse del mediterraneo non è causa di particolari disturbi. Inoltre, i rimedi da adottare sono molto semplici e, se messi in atto subito, alleviano rapidamente il dolore e gli altri sintomi relativi alla puntura di medusa.

Si parte col verificare che non siano presenti resti di tentacoli e, nel caso, rimuoverli utilizzando la patente o il bancomat, e sciacquando con acqua di mare. Successivamente, bisogna concertarsi che la reazione cutanea non si stia diffondendo, oltre a verificare che non si stiano presentando sintomi più gravi, come difficoltà respiratorie, sudorazione e pallore.

Se chi è stato punto dalla medusa è un individuo allergico o con un sistema immunitario compromesso, al pari di anziani o di bambini molto piccoli, potrebbero verificarsi effetti anche gravi: risulta quindi essenziale tenere sotto controllo la reazione del loro organismo e, nel caso, contattare il 118.

Rimedi

I rimedi che danno manforte nel modulare il dolore della puntura di una medusa sono spesso formule e creme contenenti:

  • Calendula: dai benefici antisettici e cicatrizzanti, in crema da applicare sulla zona colpita.
  • Tea tree oil: antibatterico e antimicotico, è utile per ridurre il dolore dopo le punture di diversi tipi di animali e insetti.
  • Aloe vera: antisettica e antinfiammatoria, è benefica contro ustioni e bruciature cutanee.

Molto utili sono anche i gel al cloruro di alluminio, dal potere astringente ed efficace nel ridurre il prurito, oltre a arginare la diffusione delle tossine sulla pelle.

Ricordiamoci che, dopo aver trattato la puntura, è necessario proteggere la pelle dal sole, per scongiurare la formazione di discromie cutanee, magari con una protezione 50+, specialmente nei i primi giorni successivi alla puntura.

Se vuoi approfondire l’argomento o hai qualche domanda, contattaci. Il nostro team di professionisti sarà felice di risponderti.

Commenti: 0
Nessun commento
Lascia un commento

Il tuo indirizzo E-Mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono marcati con *


Iscrizione newsletter

Per te uno
sconto del 5%